Recensione: Cose che nessuno sa

Ciao a tutti!

Oggi volevo cercare di recensire Cose che nessuno sa di Alessandro D’Avenia. Come avrete letto nel Book Haul di Marzo, ho deciso di comprare questo libro perché avevo già letto l’altro romanzo di questo autore e mi era piaciuto molto. Lo stile di scrittura di D’Avenia è davvero scorrevole e la seconda parte di questo romanzo l’ho letta davvero tutta d’un fiato.

Cose che nessuno saMa partiamo dalla trama. Questo romanzo parla della vita di Margherita che, all’età di quattordici anni, si trova ad iniziare un nuovo percorso scolastico: le superiori. Il giorno prima del suo primo giorno di scuola però suo padre lascia un messaggio in segreteria. Mi è dispiaciuto che l’autore abbia deciso di non farci sentire ciò che dice all’interno del messaggio, ma capiamo solamente che se ne è andato. Margherita per questa ragione ci rimane molto male e incolpa sua madre che non è riuscita a tenerlo con loro. Con l’aiuto della nonna Teresa, dell’amica Marta e del ragazzo Giulio Margherita riuscirà a superare questo momento triste.

Questo romanzo mi è piaciuto molto perché lo stile è davvero scorrevole e la seconda parte è davvero avvincente. Questo romanzo non dà le risposte alle cose che nessuno sa però le discute e le mette alla luce. Anch’io mi sono ritrovata nel personaggio di Margherita quando dice che suo padre sa sempre tutto. Anche io nella mia vita ho sempre avuto come riferimento i miei genitori e in particolare se non so qualcosa vado sempre a chiedere a mio padre. Sono anche d’accordo con la protagonista che davanti alle domande vere tutti scappano. Quando c’è da fare le cose seriamente non tutti hanno il coraggio di farle e sono in pochi quelli che magari rimangono al tuo fianco e ti sostengono. Io mi ritengo fortunata perché i miei genitori appoggiano sempre le mie scelte, indipendentemente che esse siano giuste o sbagliate. Per quanto riguarda i personaggi mi sono piaciuti l’allegria e la pazzia di Marta, che dalla descrizione mi ricorda Merida del film Ribelle – The brave, perché porta un po’ di novità nella vita di Margherita. Mi è piaciuto anche il “potere” di Giulio di capire le intenzioni delle persone attraverso lo studio attento delle loro mani perché anch’io vorrei capire come fa lui. Infine mi è piaciuto il personaggio di Andrea, fratello di Margherita, perché rispecchia perfettamente l’innocenza di un bambino, fa un sacco di domande soprattutto per capire il perché delle cose e a volte è simpatico e comico.

Spero che la recensione vi sia piaciuta e buona lettura!

Annunci

5 thoughts on “Recensione: Cose che nessuno sa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...